• brexit, alcide de gasperi, fabrizio bosio

    Verso una nuova Europa

    Ho aspettato in piedi fino alle 5 di stamattina che i dati sui voti scrutinati diventasse definitivo stabilendo la vittoria incontrovertibile della Brexit.

    Credo che stanotte il Regno Unito abbia scelto di assecondare per orgoglio una possibile grandeur imperiale rinunciando al più grande progetto di pace che l’Occidente (e forse il Mondo) abbia mai visto. Nel momento della difficoltà gli inglesi salutano l’Europa e provano a cercare la propria strada. Gettano la spugna.

    Dal momento in cui il processo di uscita sarà chiuso dovranno misurarsi da soli con economie emergenti fortissime e stati che hanno sempre più la dimensione di un continente. Non sarà una sfida facile e la possibilità di morire soffocati dal proprio isolazionismo è concreta.

    Ora rimane agli altri paesi decidere cosa vogliono fare di questa malandata Unione: dissolverla o spingere sull’accelleratore per costruire gli Stati Uniti d’Europa.

     

    “Qualcuno ha detto che la federazione europea è un mito. È vero, è un mito nel senso soreliano. E se volete che un mito ci sia, ditemi un po’ quale mito dobbiamo dare alla nostra gioventù per quanto riguarda i rapporti fra Stato e Stato, l’avvenire della nostra Europa, l’avvenire del mondo, la sicurezza, la pace, se non questo sforzo verso l’unione? Volete il mito della dittatura, il mito della forza, il mito della propria bandiera, sia pure accompagnato dall’eroismo? Ma noi, allora, creeremmo di nuovo quel conflitto che porta fatalmente alla guerra. Io vi dico che questo mito è mito di pace; questa è la pace, questa è la strada che dobbiamo seguire”

    (Alcide de Gasperi)