• Sala Consiliare, Manerbio, Palazzo Luzzago, Samuele Alghisi, Fabrizio Bosio, Consiglio Comunale

    Riassunto del Consiglio Comunale del 21 Dicembre

    Il 21 Dicembre si è tenuto l’ultimo Consiglio Comunale del 2015. Erano assenti i Consiglieri Gottani, Boninsegna e

     

    PRESENTAZIONE DUP

    Il Segretario Comunale ha informato il Consiglio che l’Assessore al Bilancio e il Capoarea avrebbero dato comunicazioni inerenti al DUP (Documento Unico di Programmazione), un nuovo obbligo previsto dalla riforma contabile. La votazione si terrà verso la fine di febbraio (ora prorogata con la nota di aggiornamento il 31 marzo).

    Il DUP è un documento presentato dalla Giunta al Consiglio e che è indispensabile per approvare il Bilancio comunale. Esplicita le linee guida dell’Amministrazione e da uno sguardo coerente e complessivo a tutti gli obiettivi e gli interventi portati avanti dal Comune, così da permettere di verificare il loro grado di raggiungimento.

    Si raccorda nei fatti con il programma elettorale su cui si ha ottenuto il governo della città e con le linee di mandato che il Consiglio ha provato nella sua seduta di insediamento, nel giugno 2013.

    Se vuoi sapere qualcosa di più sul DUP puoi leggere una piccola scheda QUI

     

    ACQUISTO DELLE QUOTE DELLA SOCIETA’ DI SORESINA E AFFIDAMENTO PROGETTO DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA

    Prima della discussione il Consigliere di minoranza Cristina Cavallini ha annunciato di abbandonare l’aula per protesta nei confronti del modo di procedere dell’Amministrazione Comunale, in particolare riguardo al ritiro del Piano Socioassistenziale, rimandato, alla scelta di convocare una Commissione il sabato mattino, alla decisione di assumere la partecipazione nella società di Soresina senza aver condiviso questa scelta con le minoranze.

     

    Ha preso la parola l’Assessore Preti dispiacendosi della scelta del Consigliere Cavallini, ma ricordando come le scelte sono state discusse a lungo in commissione, già a partire dal 24 settembre scorso. Il passo che il Consiglio ha deciso di intraprendere è stato possibile grazie ad un percorso costituito da

    • Riscatto delle reti di illuminazione pubblica
    • Realizzazione del Piano di Illuminazione Comunale (se non ricordi cos’è lo trovi QUI)
    • Lavoro della Commissione

    Sono state ipotizzate altre soluzioni, ma questa si è rivelata la più conveniente poiché porta a compimento un intervento a costo zero per il Comune. La riqualificazione dell’impianto di illuminazione pubblica si concluderà nel giro di 2 anni (1 gennaio 2017 – 31 dicembre 2017) ed è possibile con l’acquisto dell’1% delle quote della Società pubblica di Soresina per un valore di 4.000€.

    QUI trovi il Piano di riqualificazione dell’ illuminazione pubblica spiegato in dettaglio.

     

    Il Consigliere di maggioranza Giuseppe Migliorati ha sottolineato che è stato un lavoro cominciato poco dopo l’arrivo di quest’Amministrazione a portare a questo risultato. L’impianto era in condizioni pessime.

    I Consiglieri Casaro ha rimarcato la sua preferenza per la procedura del bando anziché dell’affidamento diretto e Alberto Zucchi ha chiesto maggiori chiarimenti sull’eventuale coinvolgimento e valutazione di altre società.

    L’Assessore Preti ha comunicato di aver valutato il bando ma di aver ritenuto troppo rischioso procedere col rischio che aziende poco serie potessero inserirsi in un progetto così delicato. In risposta a Zucchi ha comunicato di aver verificato che i prezzi e gli interventi proposti dall’azienda di Soresina fossero competitivi rispetto a quelli di mercato.

     

    A favore dell’acquisizione vota Patto Civico per Alghisi Sindaco, Lega Nord e Manerbio Insieme contrari.

    All’affidamento all’azienda di Soresina del progetto di riqualificazione vota a favore Patto Civico per Alghisi Sindaco, contraria Lega Nord, astenuto Manerbio Insieme.

     

     

    APPROVAZIONE VARIANTE PGT

    L’Assessore Preti ha presentato il nuovo PGT (= Piano di Governo del Territorio). Il documento discusso prevede alcuni importanti provvedimenti:

    • Vengono recepite le regole per contrastare la ludopatia
    • Viene facilitato il recupero degli edifici già esistenti
    • Si facilita il recupero dei cascinali dismessi
    • Si riducono i costi e si semplificano le procedure
    • Un’attenzione particolare all’ambiente e alla (poca) fauna rimasta

    Il PGT è stato realizzato collaborando e confrontandosi con chi ogni giorno lo utilizza: geometri, architetti ed ingegneri che lavorano a Manerbio.

    Prossimamente sarà presentato alla cittadinanza e il 16 gennaio il PD ha organizzato un Gazebo in via XX Settembre per spiegarne i punti fondamentali.

     

    È intervenuto Claudio Gogna, Presidente della Commissione Urbanistica, che ha sottolineato il lavoro di coinvolgimento dei tecnici manerbiesi per costruire un PGT più semplice, flessibile e capace di favorire le riqualificazione e rilanciare gli edifici che già esistono. Si creano maggiori spazi di libertà.

    È seguito l’intervento del Capogruppo del Patto Civico Marco Olivetti che ha letto una parte del programma elettorale, dimostrando come il lavoro dell’Amministrazione stia raggiungendo uno dopo l’altro gli obiettivi che aveva promesso di realizzare.

    Il PGT è stato approvato con i voti favorevoli di Patto Civico e Manerbio Insieme. Lega Nord  ha espresso la sua astensione.

     

     

    RECUPERO DELLA CASCINA ORLANDI

    La Cascina Orlandi è un edifico che si trova in viale Stazione. Il retro confina con la Scuola Primaria di via Galliano e da anni è in stato di abbandono.

    Alcune settimane fa sono partiti i lavori per il restauro conservativo e con il Piano presentato dall’Assessore Preti si procede al completamento del recupero, che diventerà una dimora privata.  Il progetto finale è frutto di un lavoro di sintesi tra la proprietà e la Sovrintendenza.

    Il Piano di recupero è approvato con voto unanime dal Consiglio Comunale.

     

     APPROVAZIONE REGOLAMENTO D’AMBITO PER L’ACCESSO AI SERVIZI.

    Fin dal momento dell’insediamento l’Assessore Tomasoni ha rilevato come le regole d’ambito (l’ente che raccoglie tutti i comuni della zona per progetti socio assistenziali) per erogare i servizi sociali fossero applicate in modo diverso da comune a comune.

    Manerbio si è impegnato attivamente per realizzare un regolamento comune e condiviso che permettere una applicazione uniforme e uguale in tutti i comuni che lo compongono. Si è costituito un gruppo di Studio che ha elaborato questa proposta che ora è in approvazione nei Consigli Comunali dei Comuni aderenti.

    Contestualmente l’Assessore Tomasoni ha comunicato il rinvio del Piano Socio Assistenziale del Comune. Non intende copiare quello pre-esistente, come era prassi, ma vuole ricostruirlo partendo da zero. La volontà è quella di costruire un piano ed un progetto socio assistenziale degno di questo nome.

    Il Sindaco ha sottolineato come il Regolamento d’Ambito sia il frutto del lavoro di Amministrazioni di diverso colore.

     

    Il Consiglio Comunale approva all’unanimità.

     

     

    INDIRIZZI ALLE SOCIETÀ CONTROLLATE AL FINE DELLA PREVENZIONE CORRUZIONE E DELLA TRASPARENZA.

    Viene comunicata l’estensione degli obblighi finalizzati alla prevenzione di corruzione e per garantire la trasparenza a cui soggiace il Comune anche alle società partecipate.

Lascia un commento.