• Sala Consiliare, Manerbio, Palazzo Luzzago, Samuele Alghisi, Fabrizio Bosio, Consiglio Comunale

    Riassunto del Consiglio Comunale del 26 giugno

    Sono presenti tutti i Consiglieri Comunali.

     

    1. CONVALIDA DEGLI ELETTI

    Questo punto è il primo adempimento a cui è chiamato ogni nuovo Consiglio Comunale. In qualità di organo sovrano è chiamato ad esprimersi sulla eventuale condizione di incandidabilità, ineleggibilità o incompatibilità dei propri membri.

    Dall’esame della Segreteria non sono emerse condizioni particolari, né sono state rilevate durante la seduta. Il Consigliere Casaro ha fatto presente che il contenzioso tra il Comune di Manerbio e gli ex assessori della Giunta Meletti (rappresentanti in questo nuovo consiglio solo da Casaro, appunto, e da Alberto Zucchi) si è concluso con un accordo tombale. Quindi, se mai fosse stata una condizione che avrebbe potuto provocarne la decadenza (e su questo il Sindaco ha concordato che probabilmente non sarebbe rientrata nella fattispecie), è comunque venuta meno.

    Il Consiglio Comunale ha approvato all’unanimità.

     

    1. GIURAMENTO DEL SINDACO

    La normativa prevede che il Sindaco – di fronte al Consiglio Comunale – reciti la breve formula di rito prevista dall’art. 50 comma 11 del D.Lgs. 267/2000 (cioè: “GIURO DI OSSERVARE LEALMENTE LA COSTITUZIONE ITALIANA”).

    Al termine del Giuramento in senso stretto Samuele ha voluto indirizzare ai consiglieri presenti e al pubblico alcune riflessioni. Ha ritenuto che il significato del voto che ha riconfermato con un consenso più ampio l’Amministrazione uscente possa essere rintracciato anche in un apprezzamento del lavoro svolto. Ha ringraziato chi è stato presente nei cinque anni passati, in Giunta ed in Consiglio, in maggioranza ed opposizione.

    Ha ribadito come servano ancora costruttori, e che la collaborazione con la cittadinanza e tra le forze politiche sia imprescindibile per lavorare nell’interesse di Manerbio.  La priorità dell’Amministrazione Alghisi sarà quella di incrementare gli standard qualitativi. Ma non solo con piccoli interventi che possono migliorare la qualità della vita dei cittadini nel quotidiano. Serve una grande progettualità in tema di lavoro.

    Alla minoranza – ha continuato il Sindaco – va riconosciuto il compito di critica, essendo i portatori di un punto di vista diverso dal nostro ma legittimato dal voto dei cittadini. Ha auspicato che i gruppi di opposizione sappiano essere attenti, ma anche propositivi nei confronti della maggioranza.

    Ha ringraziato in chiusura chi, tra gli assessori ed i consiglieri, ha deciso di mettersi a disposizione assumendosi questa responsabilità.

     

     

    1. COMUNICAZIONE DELLA COMPOSIZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

    Il Sindaco ha comunicato la composizione della Giunta Comunale, che è già stata resa nota alla stampa. In particolare, riassumendo:

    • Giandomenico Preti, Vicesindaco e assessore a Urbanistica, Viabilità e Personale;
    • Fabrizio Bosio, assessore a Cultura, Pubblica Istruzione, Sport, Politiche Giovanili;
    • Paola Masini, assessore a Bilancio, Tributi, Commercio e Attività Produttive;
    • Liliana Savoldi; assessore a Servizi Sociali e Pari opportunità;
    • Paolo Vittorielli; assessore a Lavori Pubblici, Ecologia ed Energia.

    A me è stato inoltre affidato il ruolo di rappresentate del Comune di Manerbio nell’Assemblea del Sistema Bibliotecario Bassa Bresciana Centrale e quello di Presidente del Sistema stesso.

     

     

    1. NOMINA DELLA COMMISSIONE ELETORALE COMUNALE

    Questo voto, avvenuto a scrutinio segreto, ha eletto i 3 membri che, con il Sindaco, si occuperanno della scelta degli scrutatori in occasione delle consultazioni elettorali. Sono stati eletti membri effettivi:

    • Mara Pazzini, Patto Civico;
    • Gian Pietro Gennari, Patto Civico;
    • Federico Mosca; Uniti per Manerbio.

    A loro si sostituiranno in caso di impedimento altrettanti membri supplenti:

    • Nerina Carlotti, Patto Civico;
    • Chiara Montani, Patto Civico;
    • Alberto Zucchi, Uniti per Manerbio;

     

     

    1. NOMINA DELLA COMMISSIONE DEI GIUDICI POPOLARI

    Con le stesse modalità è stata eletta la Commissione per la formazione degli elenchi comunali dei giudici popolari. In questo caso si tratta di 2 membri oltre al Sindaco che è presidente di diritto. Questo compito sarà svolto da:

    • Fabio Berteni, Patto Civico;
    • Stefano Loretti, Uniti per Manerbio;

     

     

    1. NOMINA DELLE COMMISSIONI CONSIGLIARI PERMANENTI

    Questo punto è stato fatto slittare, con l’accordo unanime dei Gruppi consigliari, alla prossima seduta. Prevede la Nomina delle 7  Commissioni (Bilancio, Servizi Sociali, Lavori Pubblici ed Urbanistica,  Cultura – Sport – Politiche Giovanili, Istruzione, Attività Produttive ed Ecologia) con l’individuazione dei consiglieri che ne fanno parte. È necessario trovare una composizione tra maggioranza e minoranza, così da poter poi procedere all’unanimità alla loro nomina.

     

     

    1. ESAME ED APPROVAZIONE DELLE LINEE DI PROGRAMMA

    Il Sindaco ha dato lettura del programma elettorale consegnato al momento della candidatura (che trovi QUI), illustrandone le caratteristiche principali e le proprie priorità.

    Sulle linee programmatiche è intervenuto il consigliere Casaro, che ha suggerito possa esserci una visione limitata delle esigenze dei cittadini. Serve dar loro risposte, capendo che spesso questi bisogni non vengono manifestati. Sta all’Amministrazione riuscire a coglierle.

    Auspica che la scelta di condividere le decisioni siano tali. Spera che la positiva chiusura anticipata di alcune partite, come il Piano di Riequilibrio, possa favorire alcune misure condivise come l’abbassamento della pressione tributaria.

    Annuncia voto contrario.

    È intervenuto anche il consigliere Mosca, a nome di Uniti per Manerbio. Ha premesso che il suo sarebbe stato un intervento di carattere generale e non sui singoli punti del programma amministrativo. La sua opposizione – ha annunciato – sarà attenta ed intransigente quando sarà necessario, con l’obiettivo di fare il bene di Manerbio.  Spera che la maggioranza sia aperta al confronto e alle proposte che potranno venire dal suo gruppo e dai cittadini che rappresenta.

    Infine è intervenuta il consigliere Pazzini a nome del gruppo Patto Civico, maggioranza in Consiglio. Ha annunciato pieno sostegno all’Amministrazione che si è insediata, avendone condiviso le linee programmatiche.

    Il Consiglio Comunale approva con il voto favorevole di Patto Civico per Alghisi Sindaco, l’astensione di Uniti per Manerbio – Federico Mosca Sindaco, ed il voto contrario del gruppo Lega.

     

     

    1. COMUNICAZIONI DEL SINDACO

    L’ultimo argomento è, come da prassi, costituito dalle comunicazioni del Sindaco. In assenza il consigliere Casaro ha chiesto di prendere la parola, comunicando la sua intenzione di costituire un suo autonomo gruppo in Consiglio Comunale, denominato Lega Civica. La minoranza passa così da 2 a 3 gruppi consigliari di cui due unipersonali.