• Asilo, Asilo Manerbio, Marzotto, Asilo Marzotto, Soffitto, Crollo, Intonaco, Ostuni

    Asilo Marzotto, cosa c’è da sapere

    Mercoledì scorso alla Scuola d’Infanzia “G. Marzotto” è stata scoperta la caduta di un pezzo di intonaco nell’Aula Verde.
    La Scuola ha subito contattato il Comune che si è attivato per eseguire tutte le verifiche necessarie a capire le ragioni del distacco, qual è la situazione attuale e come si potrà intervenire per risolvere definitivamente il problema.
    Per chiarire la situazione è sfatare le leggende metropolitane che cominciano a circolare ho scritto questo post che verrà aggiornato, giorno dopo giorno, con tutte le informazioni del caso. Per semplificare è diviso in tre blocchi: cause, interventi futuri e attività scolastica. In ogni blocco ci sono una domanda e una risposta. Se non trovate quello che state cercando potete contattarmi cliccando qui e formularne una che sarà aggiunta (in forma anonima) alle altre.

     

    data ultimo aggiornamento: 22/04/2015

    CAUSE

    L’Asilo è in stato di abbandono?
    A differenza della voce che è circolate soprattutto in rete, la Scuola dell’Infanzia “G. Marzotto” non è in stato di abbandono. Grazie ad un’associazione di genitori abbiamo recuperato il piano superiore dell’edificio e si stavano facendo proprio dei lavori di ristrutturazione della terrazza del primo piano.

    La responsabilità del crollo è della ditta?
    No. È caduto un pezzo di intonaco in una delle aule al piano terra, mentre la ditta è intervenuta sul terrazzo del piano superiore. Ha rimosso la pavimentazione vecchia e stava rifacendo la copertura per impermeabilizzarla di nuovo. L’uso del martello pneumatico può aver aiutato il distacco, ma il processo era già in corso.

    È caduto il soffitto?
    No, non è caduto il soffitto e nemmeno il controsoffitto o il tetto, come è stato detto. È caduto un pezzo di intonaco, di circa 1 metro quadrato, che dopo 77 anni di tenuta ha ceduto.

    A cosa è dovuto il distacco dell’intonaco?
    Lunedì si terrà una riunione tra Comune, ACM e Scuola per discutere degli esiti delle verifiche e non pubblicheremo (nemmeno qui) le risposte che abbiamo trovato fino a dopo l’incontro con i genitori martedì, quando gliene avremo parlato a voce. Appena fatto caricherò maggiori informazioni.

     

    ATTIVITA’ SCOLASTICA

    Per quanto la Scuola rimarrà chiusa?
    Fino a lunedì incluso. Martedì mattina i genitori del Marzotto potranno portare i propri bambini alle scuole elementari, alle 9.00, per l’accoglienza. Fino a Giugno le sei sezioni saranno ospitate in spazi riservati in via Galliano, per permettere agli operai di poter lavorare più velocemente e riconsegnarci quanto prima una scuola sicura.

    Perché i bambini non sono stati rimandati a casa?
    Perché con le maestre si è valutato che la situazione potesse essere tenuta sotto controllo e che il rimandarli a casa avrebbe creato disagi ai genitori e confusione negli alunni. Alcuni bambini sono andati in gita a Cremona, mentre altri si sono divertiti partecipando ad n pic nic nel giardino.

    Perché i genitori non sono stati informati tempestivamente?
    Noi non abbiamo avuto idea che la notizia si fosse diffusa così velocemente e non ci aspettavamo sicuramente di sentirne parlare nel tg di mezzogiorno. Abbiamo diramato il comunicato stampa congiunto Comune – Scuola a metà mattina, ma non volevamo creare panico nei genitori quando i bambini erano al sicuro.

    I bambini sono agitati?
    Oggi (21/04/2015) ho fatto visita alle sei sezioni sistemate in alcune aule della Scuola Primaria. I bambini sono sereni, si stanno divertendo e vivono l’esperienza come una nuova avventura, anche grazie alle attività organizzate dalle maestre. In tanti mi hanno detto di non voler tornare indietro e di preferire rimanere vicino ai “grandi” delle elementari.

     

     

    INTERVENTI FUTURI

    Come intendete risolvere il problema?
    Si pensa di realizzare una controsoffittatura in tutto il piano terra e forse – in via precauzionale – anche nel primo piano. Il costo stimato dell’intervento è di circa 25-30.000€ a piano. Il nuovo soffitto dovrebbe essere dotato di una rete che trattenga l’eventuale caduta di pezzi di intonaco e a fronte di un controllo periodico garantisca la possibilità di svolgere con tranquillità l’attività scolastica.

    Quando sarà possibile tornare a scuola?
    L’intenzione è di restituire gli ambienti scolastici pronti per l’uso a Settembre, così che il nuovo anno scolastico possa cominciare nel complesso di via Verdi.