• Museo Civico Manerbio, Manerbio, Elena Baiguera, Fabrizio Bosio, Falere,

    Smart Museum

    Negli scorsi mesi abbiamo lavorato molto per portare a Manerbio un corredo funebre ambito e che ci tenevamo facesse tappa anche nel nostro Museo. Si tratta di parte dalla sepoltura di un guerriero, ritrovata a Flero  e risalente alla metà del III secolo a.C.., e protagonista della mostra “Galli&Romani: nuove scoperte nel bresciano (III-I secolo a.C.)”, allestita presso le sale espositive del museo fino al 30 maggio 2019.

    Continua a leggere

  • Cosa si fa a dicembre?

    Da novembre, grazie all’impegno di Annamaria Bissolotti,  negli ambulatori medici di Manerbio trovate una manifesto riassuntivo di tutte le cose da sapere del mese in corso: scadenze dei tributi, avvisi, eventi culturali. Ogni iniziativa è indicata sul calendario – salve quelle che verranno ad essere organizzate più “sotto data” – e quindi permette di essere sempre aggiornati sulle attività del Comune.

    Continua a leggere

  • Una via intitolata al Maestro Tambalotti

    Qualche tempo fa è partita la realizzazione di un nuovo Ambito di Trasformazione nella zona oltre Mella, dietro il Centro Leone. Si tratta di un intervento conforme al Piano del Governo del Territorio approvato nel 2009 e di cui avevo già parlato QUI. Grazie alla realizzazione di questa nuova urbanizzazione sono state ottenute le risorse per i lavori di risistemazione del magazzino comunale di via Galliano, che a breve sarà trasformato nel nuovo Archivio Comunale. Anche della vicenda travagliata dell’Archivio, che dall’incendio del 1979 manca(va) di un’adeguata sede, ho già parlato. QUI trovi l’articolo pubblicato sul blog nel 2017.

     

    Ora che le case cominciano a sorgere, era necessario individuare un nome per le vie che sarebbero state realizzate. La scelta, almeno nei principi generali, era quella di individuare una figura manerbiese, che avesse lasciato un buon ricordo nella nostra città e che quindi potesse rappresentare da un punto di vista toponomastico un altro passo avanti nel lavoro di valorizzazione delle nostre radici. Io credo fortemente che sia importante essere consapevoli del proprio passato per capire la Comunità in cui si vive e ricostruire il senso di un’identità che manca a Manerbio e che può rappresentare una difficoltà oggi, che siamo tutti chiamati nella nostra quotidianità a misurarci con la diversità e con i cambiamenti di un tempo che corre più veloce di noi.

     

    La figura a cui intitolare queste vie è stata individuata in Andrea Tambalotti, personaggio rimasto nel cuore di tanti nostri concittadini che ne conservano un ricordo splendido.

    Continua a leggere

  • Sala Consiliare, Manerbio, Palazzo Luzzago, Samuele Alghisi, Fabrizio Bosio, Consiglio Comunale

    Consiglio Comunale dell’11 ottobre

    E’ assente il consigliere comunale Fausto Viviani

     

    APPROVAZIONE BILANCIO CONSOLIDATO

    La nuova normativa impone che accanto al Bilancio del Comune venga approvato un “Consolidato”, che tenga conto anche di realtà dipendenti ed interconnesse all’Amministrazione, come ad esempio le società partecipate. ciò offre una visione d’insieme che permette di monitorare indebitamenti e di evitare che vengano utilizzate municipalizzate, fondazioni od istituti collegati per eludere i vincoli normativi.

    Casaro ha chiesto l’inserimento di alcune note integrative nella delibera.

     

    Votano a favore i consiglieri di maggioranza. Contrari i consiglieri Casaro e Mantovani, astenuto il gruppo Uniti per Manerbio.

    Continua a leggere

  • Crescere ancora Lettori

    Gentili insegnanti, bibliotecari e cittadini,

    a nome dell’Amministrazione Comunale di Manerbio vi do il benvenuto qui, al Piccolo Teatro.

    Mi spiace non poter essere presente a causa di alcuni impegni di lavoro, ma ci tenevo a raggiungervi con un saluto nel giorno in cui si apre la seconda edizione di una rassegna che abbiamo voluto sostenere con grande piacere.

    Continua a leggere

  • Il messaggio dal Fronte

    Mercoledì sera, al Piccolo Teatro, si è tenuta una serata molto toccante e significativa. Su proposta del Gruppo Alpini di Manerbio abbiamo quasi concluso le celebrazioni per il centenario dalla fine della Grande Guerra. Il Coro sotto la Torre ha proposto alcuni brani tipici dell’epoca: o Gorizia, il Piave mormorara, la Tradotta. Alle canzoni si alternavano poesie di Ungaretti e lettere, inviata dai nostri giovani concittadini dal Fronte e lette da Chèi de Manèrbe.

    Continua a leggere

  • Streghe: in direzione ostinata e contraria

    La storia dell’Uomo è stata spesso vista come storia di uomini. Le donne sono state lasciate ingiustamente sullo sfondo. Per secoli, se non per millenni, in quasi ogni parte del mondo le società hanno avuto un taglio patriarcale. L’uomo è stato messo al centro della famiglia e della vita pubblica, mentre le donne erano costrette al ruolo di comparsa. La loro vita era confinata in spazi diversi e godevano di diritti ben minori di quelli riconosciuti ai propri compagni.

    Continua a leggere

  • Metti il turbo alle nostre scuole!

    Da anni seguo e partecipo alle attività di #IoLeggoPerchè. Si tratta della più grande iniziativa di promozione della lettura in Italia. È organizzata dall’Associazione Italiana Editori, ed è animati da tanti volontari che in quasi ogni città del nostro paese organizzano eventi e svolgono il ruolo importante di “messaggeri”.

    Quest’anno la proposta è rivolta a tutti. In alcune librerie (per Manerbio il punto di riferimento è la GoodBook in via XX Settembre) sarà possibile andare e comprare un libro da regalare. Si può scegliere il titolo (anche se è stata stilata una lista dagli insegnanti di libri consigliati, anche se non vincolante) e la scuola a cui indirizzarla. Ogni libro finisce direttamente nello scatolone, che custodirà il nostro “bottino” fino a domenica, per poi essere consegnato ai destinatari.

    La cosa bella è che #IoLeggoPerchè raddoppierà quanto raccolto, e nei prossimi mesi farà recapitare a scuola altri libri, equivalenti a quelli che sono stati donati dai cittadini sensibili. E’ importante questo gesto: le biblioteche scolastiche – assieme a quelle comunali – rappresentano uno dei primi luoghi di incontro tra libri e bambini.

    Spesso questi spazi sono però trascurati, poco aggiornati e finiscono per impoverirsi, anno dopo anno. Se davvero crediamo sia importante per i bambini imparare fin da piccoli ad innamorarsi della lettura dobbiamo crederci, con le parole e con i fatti. L’Assessorato alla Cultura negli ultimi 5 anni ha lavorato molto perché la Biblioteca civica tornasse ad essere all’altezza di Manerbio, e ci siamo riusciti. Ora l’orizzonte di lavoro e la promozione della lettura e questa è un’ottima occasione per dare a noi – quando facciamo attività nelle scuole – e agli insegnanti gli strumenti per farlo bene.

    Non togliamo ai bambini l’opportunità di viaggiare nel tempo e nello spazio con la fantasia, senza che la loro creatività venga appiattita da giocattoli commerciali e da tablet trasformati in baby sitter: puntiamo sulla cultura!

    Anche voi potete fare la vostra parte! Io ho comprato due libri sabato mattina: Ho scelto di regalare questi:

     

  • Sala Consiliare, Manerbio, Palazzo Luzzago, Samuele Alghisi, Fabrizio Bosio, Consiglio Comunale

    Riassunto del Consiglio Comunale del 4 settembre

    È assente solo il consigliere Alberto Zucchi.

     

    CONCESSIONE DELLA CITTADINANZA ONORARIA A DON TINO

    Come tutta la Comunità ha avuto modo di sapere, don Tino, parroco di Manerbio dal 2005, è stato chiamato al nuovo incarico di Direttore dell’Eremo di Bienno. Per salutarlo, ripercorrendo una tradizione che la Città di Manerbio ha osservato per quasi ogni parroco, il Consiglio ha deciso di concedergli su proposta della Giunta la cittadinanza onoraria.

    Il Consiglio Comunale ha approvato all’unanimità

    Continua a leggere

  • Politeama Manerbio, Teatri Bresciani in Rete

    Arriva la XXIII° Stagione Teatrale!

    Mercoledì è stata presentata la nuova Stagione Teatrale del Politeama, la 23° edizione, a cui l’Assessorato alla Cultura ha confermato ancora una volta il proprio sostegno e contributo. Come sempre il cartellone propone nomi famosi ed artisti ancora poco conosciuti, ma tutti caratterizzati da una grande professionalità. La novità è il costo dell’abbonamento, che diminuisce, mentre rimangono i vantaggi non indifferenti che porta con sé decidere di sottoscrivere l’iscrizione.

    Continua a leggere