• Domenica Brusinelli, Domenica Brusinelli Manebio, Meneghina Manerbio, Domenica Brusinelli ACLi, Meneghina ACLI

    Ciao Domenica!

    Ho conosciuto Domenica Brusinelli per caso, qualche anno fa. Frequentando le ACLI l’avevo vista a feste e riunioni, ma non ci eravamo mai presentati. Mi ha rivolto la parola la prima volta poco dopo essere diventato assessore, congratulandosi per l’incarico.

    In questi anni ho imparato a conoscerne la semplicità, l’impegno e la determinazione. Era sempre presente alle iniziative importanti di Manerbio e ho avuto la grande fortuna di ricevere da lei consigli e suggerimenti che mi hanno aiutato a crescere. Mi ha raccontato tanto della sua vita: il lavoro al lanificio Marzotto, l’incontro con il re e con Pio XII, la sua iscrizione alle ACLI nel primo anno della loro nascita e il comizio di De Gasperi in piazza Vittoria. Il suo sostegno e le sue parole di conforto nei nostri piccoli incontri casuali in chiesa, per strada, al circolo ACLI o alla LUM sono stati preziosi in questi miei anni di impegno non sempre semplice e gratificante.

     

    La sua presenza nella nostra Comunità di Domenica è stata assidua, in una vita che si è trasformata in missione al servizio dell’altro. Dal malato che visitava alla persona a cui rivolgeva un sorriso e una buona parola. La Comunità oggi gliene ha dato atto riempiendo la Chiesa per darle l’ultimo saluto. Ha militato in tantissime associazioni manerbiesi: iscritta fin dalla loro fondazione alle ACLI ha partecipato alla Democrazia Cristina e si era iscritta negli ultimi anni al Partito Democratico. È stata tra le prime cittadine a credere al grande valore della LUM, fortunata intuizione del mio predecessore Renzo Manfredini, ed ha militato nel Gruppo Impegno Pensionati e nella CISL.

     

    Il ricordo del suo impegno sociale spero possa essere un’ispirazione costante al dono disinteressato del proprio tempo e di sé stessi alla Comunità.

     

    Ciao Domenica

    La foto di copertina è di Erica Gazzoldi, usata nell’articolo che parlava dei 70 anni di ACLI. quella di chiusura del Bresciaoggi. Ho scelto queste due foto per ricordare due belle cose di lei: la disponibilità a condividere le tante storie del suo passato, circondata da curiosi e dai tanti le volevano bene e il suo sorriso che la accompagnava ogni giorno, in ogni situazione.

Lascia un commento.