• Sala Consiliare, Manerbio, Palazzo Luzzago, Samuele Alghisi, Fabrizio Bosio, Consiglio Comunale

    Consiglio Comunale del 28 luglio

    APPROVAZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE

    Il Piano triennale è lo strumento di programmazione attraverso il quale la Giunta – ed in particolare l’Assessore ai Lavori Pubblici – comunica le opere pubbliche che vuole realizzare, le risorse che serviranno e le tempistiche previste per la consegna delle opere.  È uno degli allegati del Bilancio.

    L’assessore Preti ha dato lettura del Piano, soffermandosi in particolare su alcuni punti:

    In primis il bando regionale a cui abbiamo partecipato alcuni giorni fa, con l’obiettivo di recuperare le risorse per recuperare 18 appartamenti (15 in Piazza “A. Moro”,  3 in via Insurrezione Nazionale). Se dovessimo aggiudicarcelo potremmo rimettere a disposizione tutte le case di edilizia popolare, potendo quindi gestire meglio eventuali  emergenze e dando a quanti ancora sono in graduatoria una risposta abitativa.

    L’altro grande tema su cui l’Ufficio Tecnico ha lavorato è l’edilizia scolastica, che abbiamo messo al centro dei lavori. Si sono conclusi da poco i lavori – costati 80.000€ – per la messa in sicurezza dell’Asilo Marzotto (inclusa la muraglia da anni transennata). Si sta rimuovendo l’amianto dalle Scuole medie, si stanno realizzando le richieste dei vigili del fuoco in merito alla prevenzione incendi e  il problema di infiltrazioni nelle palestre delle scuole medie dovrebbe essere definitivamente risolto.

    Gli impianti sportivi sono in condizioni funzionali, mentre la gestione del verde pubblico è in fase di miglioramento.  L’assessore Preti ha ribadito ancora il proprio grazie ai volontari del verde, preziosissimi, e ha ricordato l’azione del Piano dell’Illuminazione Comunale, attraverso cui vorremmo riqualificare  l’illuminazione pubblica e semaforica, e il piano straordinario delle asfaltature il cui risultato è sotto gli occhi di tutti.

    Ha concluso il suo intervento ricordando che si sta chiudendo sul PGT, prossimo ad essere adottato, che si stanno ultimando i lavori di potature e che si è concluso il lavoro di riordino del Cimitero.

    Il consigliere Gottani  ha chiesto quali siano le priorità dell’amministrazione, ricordando che il suo gruppo consigliare  punta molto sulla conclusione della bretella che dovrebbe “chiudere” l’anello di strade extraurbane che circonda il paese. Ha chiesto anche un piano di monitoraggio. Si dichiara comunque abbastanza favorevole alle disposizioni del Piano e annuncia astensione.

     

    Il gruppo Lega Nord ha preso una posizione lievemente diversa: ha chiesto maggior attenzione alle manutenzioni dei beni che già abbiamo, anziché concentrarsi sulla realizzazioni di nuovi interventi.  Ritiene comunque positivo il piano e a sua volta annuncia voto di astensione.

     

    L’assessore Preti ha replicato dicendosi soddisfatto del lavoro fatto in 2 anni, che ha migliorato le condizioni del patrimonio comunale e che è stato possibile anche grazie ai margini di manovra concessi dal Piano di Riequilibrio. Ribadisce come si voglia dare priorità alle scuole pur tentando ogni via per raggiungere anche altri obiettivi, come l’accordo di programma con la Provincia di Brescia che permetterà di realizzare l’Isola Ecologica.

     

    A conclusione, prima del voto, è intervenuto il Sindaco, concordando con il consigliere Gottani sulla necessità di un programma – a cui si sta lavorando – che pur previsto da normative precedenti al 2000 non è mai stato realizzato nel Comune.  Ha ricordato l’importanza della nuova Isola Ecologica – che diventerà Centro di Conferimento. Con questo intervento si risolvono i problemi evidenziati dalla Provincia già nel 2009-10 e si migliora il servizio per i cittadini.

    Patto Civico per Alghisi Sindaco vota a favore. Manerbio Insieme e Lega Nord si astengono.

     

    PIANO DELLE ALIENAZIONI

    Anche questo documento è uno degli allegati al Bilancio di Previsione.  È un documento che individua tutti i beni che il Comune mette in vendita e dismette dal patrimonio perché non hanno più un valore strategico.

    L’assessore Preti ne ha dato lettura, indicando i beni che dopo le alienazioni andate a buon fine dei mesi scorsi rimangono ancora a disposizioni di possibili compratori.

    Durante la discussione il consigliere Gottani chiede se sia possibile in corso d’anno aggiungere nuovi beni, se ci fosse la necessità. Il Segretario Comunale e l’assessore Preti danno risposta affermativa.

    Patto Civico per Alghisi Sindaco e Lega Nord votano a favore. Manerbio Insieme si astiene.

     

    APPROVAZIONE DEL BILANCIO DI PREVISIONE 2015

    L’illustrazione più dettagliata del Bilancio Previsionale la puoi trovare QUI.  L’assessore Masini ha relazionato in Consiglio.

    I punti salienti sono i tagli (diverse centinaia di migliaia di euro) arrivati dallo Stato, a cui si fa fronte con una spending review che  però non taglia ma rafforza i settori Servizi Sociali, Cultura e Istruzione.

    Viene contenuto l’acquisto di Beni e servizi (che si riduce del 16%), mentre si potenziano i tre settori strategici per l’Amministrazione. In particolare i fondi destinati ai Servizi Sociali crescono del 34%, investiti sui settori della Disabilità, degli Anziani, dei Minori e dei Bisogni Minimi Vitali.

    Il Revisore dei Conti, il cui mandato scade tra pochi giorni, interviene per esprimere il proprio parere favorevole al Bilancio. Ricorda come poche settimane fa, nella revisione semestrale, la Corte dei Conti ha certificato il buon andamento del Piano di Riequilibrio e sottolinea che le azioni messe in campo dall’Amministrazione Comunale hanno ridotto nel 2014 in modo significativo il disavanzo ereditato dalle precedenti gestioni.

     

    Il consigliere Gottani apprezza il lavoro tecnico svolto dagli Uffici e in particolare dall’Assessore al Bilancio, visto che numerosi comuni ad oggi non hanno saputo agire con la stessa competenza di cui è stato capace invece il Comune di Manerbio. Ritiene però che sia stato realizzato sulla base di criteri troppo prudenziali. Dopo averlo paragonato al bilancio di un’amministrazione condominiale annuncia il proprio voto contrario.

     

    Il consigliere Casaro interviene esaminando nel dettaglio alcune voci di spesa e sostenendo che il 5% in più sulle entrate tributarie dimostri la volontà di aumentare la pressione fiscale (che poco fa aveva annunciato essere al massimo del consentito dalla legge).  Ritiene che l’aumento del fondo ai Servizi Sociali aiuterà solo i cittadini stranieri e annuncia voto contrario.

     

    Il Sindaco risponde a Gottani  dicendo che in due anni si è riusciti a stabilizzare una situazione particolarmente grave. Concorda che possa essere ritenuto il bilancio di un’amministrazione condominiale, ma di un’amministrazione condominiale con alle spalle 21.000.000€ di mutui da pagare.

     

    Il capogruppo di maggioranza Olivetti a nome del gruppo Patto Civico annuncia voto favorevole,  ribadendo il sostengo dei consiglieri all’enorme lavoro portato avanti da Giunta in generale  e assessore Masini in particolare, col supporto degli uffici preposti.

     

    L’assessore Masini interviene specificando che l’aumento del 5% non dipende dall’aumento dei tributi a carico dei cittadini, ma dall’emissione di più avvisi di accertamento e dal lavoro di contrasto all’evasione. In merito alla relazione del consigliere Casaro sostiene sia di fatto la lettura della relazione del Revisore dei conti, con la sola aggiunta delle percentuali.

    Patto Civico per Alghisi Sindaco vota a favore.  Manerbio Insieme e Lega Nord contrari al Bilancio di Previsione.

     

    ADOZIONE PIANO ATTUATIVO DELL’AMBITO DI TRASFORMAZIONE 10

    L’assessore Preti ha introdotto il tema  parlando di un risultato frutto del lavoro di un anno. Saranno demoliti i capannoni già esistenti. Sarà realizzato un supermercato e strutture per negozi di vicinato più alcuni edifici residenziali, accompagnati da interventi che miglioreranno sensibilmente la viabilità di via Cremona.

    Ha seguito nella relazione il responsabile dell’Ufficio Tecnico Maria Vittoria Tisi, che ha illustrato nel dettaglio il progetto. Le opere realizzate attraverso standard di qualità dentro il perimetro dell’ambito di trasformazione saranno private ad uso pubblico: saranno utilizzabili da tutti i cittadini, ma la pulizia, la manutenzione e l’illuminazione dei 6670m² previsti saranno totalmente in carico a privati.

    La viabilità è stata pensata in prospettiva, in modo che quando partirà l’ambito di trasformazione 11 (ex confezioni Manerbiesi) l’intervento si possa inserire in quello che verrà realizzato a breve, senza modificazioni, perdite di tempo e sprechi di denaro.  L’illuminazione del tratto di via Cremona che va dall’Italmark all’ingresso del Famila sarà riqualificata.

     

    Il consigliere Claudio Gogna, presidente della commissione urbanistica, risponde all’osservazione fatta da Casaro sui tempi stretti di condivisione. Ricorda come la possibilità di partecipare sia stata data a tutti ed ognuno ha scelto se venire o meno.

    L’intervento per la maggioranza migliora la sicurezza, la viabilità ed è positivo che l’assessore abbia chiesto e ottenuto che gli interventi viabilistici siano fatti in contemporanea alla realizzazione delle opere. Il parcheggio sarà una valvola di sfogo anche per le palestre, che ospitano attività sportive rilevanti. Ed infine l’intervento creerà nuovi posti di lavoro, recuperando uno spazio altrimenti destinato al degrado.

     

    Il consigliere Casaro respinge al mittente le osservazioni sulla sua assenza in commissione. Ritiene che l’intervento porti con sé dei benefici per Manerbio e ritiene che l’esempio di via San Martino del Carso  abbia fatto scuola.

     

    Gottani chiede che l’intervento sia in armonia e uniformità con la riqualificazione cominciata anni fa. Ritiene sia positiva, anche perché riqualifica una via dove l’illuminazione risale ancora agli anni ’60.  Annuncia voto favorevole.

     

    L’Architetto Tisi rassicura sull’uniformità, che verrà garantita e controllata. Ricordo che l’intervento è in osservanza del PGT ed anzi, costruisce meno di quanto potrebbe.

    Il Consiglio approva all’unanimità.

     

    INTEGRAZIONE DEL CONTRATTO DI SERVIZIO CON GARDA UNO PER REALIZZARE LA NUOVA ISOLA ECOLOGICA

    L’assessore Preti ha esposto il progetto, concertato tra Comune e Garda Uno. L’isola ecologica diventerà un centro di raccolta più funzionale. Il Sindaco interviene, ricordando come la viabilità non sia la migliore possibile, ma sarà sempre più sicura di quella attuale.

    Il consigliere Gogna esprime il voto favorevole del gruppo Patto Civico, ritenendo che l’intervento sia positivo e possa essere migliorato se in futuro si deciderà di far arrivare fin lì la pista ciclabile, facilitando i cittadini.

    Il capogruppo leghista Casaro si dice contrario all’affidamento perché permetterà di eludere le procedure di bando pubblico (viene corretto specificando che essendo società ad intero controllo pubblico Garda Uno dovrà comportarsi come ente pubblico, facendo bandi trasparenti e aperti). In seconda battuta contesta che il progettista dell’impianto e il futuro gestore coincidano.  L’affidamento in house inoltre permetterà di risparmiare denaro.

    Il Sindaco, ricordando che l’isola ecologica opera in deroga dal 2009-10 e che con questo intervento si darà risposta al problema, ritiene funzionale che progettista e chi poi la utilizzerà coincidano.

    Il consigliere Gottani, dopo la relazione del capo dell’Area tecnica e dell’assessore Preti, annuncia voto di astensione.

    L’assessore Preti conclude la discussione dicendo che l’ipotesi di un affidamento esterno è stata valutata, ma si ritiene che questa sia la soluzione migliore.

    Patto Civico favorevole, Manerbio Insieme astenuto, Lega Nord contraria.

Lascia un commento.