• Crescere ancora Lettori

    Gentili insegnanti, bibliotecari e cittadini,

    a nome dell’Amministrazione Comunale di Manerbio vi do il benvenuto qui, al Piccolo Teatro.

    Mi spiace non poter essere presente a causa di alcuni impegni di lavoro, ma ci tenevo a raggiungervi con un saluto nel giorno in cui si apre la seconda edizione di una rassegna che abbiamo voluto sostenere con grande piacere.

    Oggi non comincia un nuovo cammino, ma continua quello che abbiamo intrapreso lo scorso anno, con la prima edizione di questo percorso formativo, che vuole porsi in continuità con il lavoro della professoressa Cristina Battagliola.

    Molti di voi hanno avuto la fortuna di conoscerla: nei suoi anni di instancabile impegno presso la “A. Zammarchi” di Manerbio ha messo sempre al centro i propri studenti, e gli ha dedicato tutte le attenzioni necessarie perché potessero sentirsi accolti e perché i talenti che erano in loro potessero germogliare.

     

    Se siete qui oggi significa che come lei ritenete importante aggiornarvi, crescere professionalmente e umanamente per essere all’altezza del servizio che – come insegnanti o bibliotecari – avete deciso di svolgere a beneficio della Comunità.

    La sfida che riguarda ognuno di noi, nelle diversità dei ruoli che ricopriamo, è quella di riuscire a seminare il futuro,  anche appassionando i ragazzi e le ragazze alla lettura. Cittadini capaci di informarsi, di ricorrere alla propria fantasia e consapevoli del passato, perché solo se si conoscono le proprie radici si può affrontare senza paura il futuro, valorizzando le diversità.

     

    Credo che avesse ragione Marguerite Yourcenar quando diceva che “Fondare biblioteche è come costruire ancora granai pubblici, ammassare riserve contro un inverno dello spirito che, da molti indizi, mio malgrado, vedo venire“. All’orizzonte sembra si profilino tempi difficili: aiutateci a crescere cittadini che possano capire l’importanza del nostro granaio e sappiano attingervi a piene mani.

     

    Buon lavoro!