• Giovani guide

    Nell’autunno del 2013 ricevetti un invito particolare. Alcune insegnanti mi chiedevano la possibilità di poter far visitare ai propri studenti Palazzo Luzzago, sede del Comune. Durante quella visita, nelle parole scambiate a margine dell’incontro con le prof.sse Luigia Ziletti e Camilla Butturini, è nata l’idea di provare a coinvolgere attivamente gli studenti.

    L’obiettivo ambizioso  era quello di formarli e trasformali in guide. Di investire energie, tempo e fiducia per dar loro la possibilità di mettersi in gioco. Sono seguite diverse sperimentazioni, prove, approfondimenti. Abbiamo studiato in questi anni il Palazzo Comunale, la Chiesa parrocchiale, quella della Disciplina ed infine la Città Sociale Marzotto.

    Grazie alla preziosa collaborazione di tutti, studenti in primis, siamo riusciti ad organizzare ben 5 edizioni di queste giornate in cui il patrimonio è aperto e messo a disposizione dei cittadini: 2014,2015,2016,2017 e 2018.

    In un caso anche il FAI ha deciso di adottare la nostra iniziativa, inserendoci nel cartellone delle proprie iniziative per le Giornate di Primavera in Provincia di Brescia.

     

    Perché è importante questo progetto? Perché ci permette di far conoscere ai cittadini ambienti che sono abituati a frequentare, ma che sottovalutano. Tutti finiscono per passare in anagrafe, all’ufficio tecnico o ai tributi. Quanti notano i meravigliosi affreschi? Quanti conoscono la storia della casa dei manerbiesi? Lo stesso vale anche per i luoghi di culto.

    L’altro valore importante è rappresentato dall’investimento fatto sugli studenti: vengono valorizzati e responsabilizzati (hanno sempre dato ottima prova di sé nel corso di questi anni). Non solo: interiorizzano e fanno proprie le conoscenze storiche ed artistiche che diventano parte de loro bagaglio culturale e divengono parte del loro essere cittadini consapevoli.