• Bilancio, Manerbio, Paola Masini

    Il Bilancio di Previsione a Manerbio, guida tra le cifre.

    Nella seduta del Consiglio Comunale del 28 luglio è stato presentato anche il Bilancio di Previsione 2015. La relazione è stata tenuta dall’assessore Masini, che ha dato conto dei punti salienti del provvedimento già approvato dalla Giunta Comunale.

     

    Le entrate totali previste nel 2015 per il Comune di Manerbio sono 17.406.334,46€, di cui quasi  8 milioni provenienti dai tributi pagati dai 13.000 abitanti.  Sono il 46% delle entrate totali, a cui si aggiungono quelle extratributarie (rientrano in questa voce ad esempio le multe), i trasferimenti (di Stato e Regione a favore del Comune),  e i servizi conto terzi, che sono in sostanza una partita di giro.

    previsione entrata grafico

     

    Le spese previste per il 2015 sono – essendo un bilancio di previsione – uguali alle entrate:  17.406.334,46€. La voce principale è costituita dalle spese correnti  per il 55% (sono compresi i costi per il funzionamento del Comune, come gli stipendi, gli interessi passivi dei mutui, i beni di consumo, ….) a cui segue il rimborso prestiti per 3.802.255€, le spese in conto capitale (cioè gli investimenti) per circa 2.000.000€ e  i servizi in conto terzi, uguali alla voce che troviamo nelle entrate.

     

    previsione uscite grafico

     

    Come cambia rispetto al bilancio assestato (cioè quasi definitivo, poiché corretto a novembre) del 2014?

    Diminuiscono di pochissimo le spese del personale, si riduce l’acquisto di beni di consumo del 66% mentre aumentano del 13% le prestazioni di servizi.

    La tabella qua sotto indica chiaramente le variazioni tra le varie voci, anche se salta all’occhio subito la riduzione pesante dei trasferimenti (-35%) rispetto allo scorso anno. È un dato che va considerato per capire quanto sia costato e sia importante aver destinato il 34% di risorse in più ai Servizi Sociali, aver aumentato il budget della Cultura e aver mantenuto intoccato quello legato alla Scuola.

     

    previsione spese, bilancio di previsione, manerbio, paola masini

     

    Le voci potenziate dei Servizi Sociali riguardano 4 settori strategici:

    • Disabilità, che vede il fondo destinato passare da € 158.500,00 a €199.500
    • Minori, con particolare attenzione alle famiglie affidatarie, che cresce da € 51.475 a € 79.001,98
    • Anziani, che include le voci di assistenza domiciliare, integrazione rette delle case di riposo e telesoccorso, per citare qualche esempio, che aumenta da € 114.500,00  a 131.000€
    • Minimi Vitali, che sostiene le famiglie in difficoltà, a cui i fondi destinati vengono quadruplicati passando da € 10.590,00 a € 40.000,00

     

    Nel corso della seduta è stato anche mostrato come verranno utilizzati i soldi provenienti dalle sanzioni per violazione del codice della strada (più semplicemente chiamate multe).  In particolare si pensa di :

    • Fare manutenzione sulla segnaletica stradale per circa € 46.820,00
    • Fare manutenzione ordinaria sulle strade per circa € 103.545,00
    • Fare manutenzione sugli impianti di illuminazione pubblica per circa € 15.000,00

     

    Complessivamente il bilancio si presenta in equilibrio, come ha certificato il Revisore dei Conti. Nel corso della discussione lo stesso Revisore ha ricordato come la Corte dei Conti abbia riconosciuto il grosso lavoro fatto, abbia confermato il buon andamento del Piano di Riequilibrio (che viene ricontrollato ogni 6 mesi e che pochi credevano potesse funzionare), soffermandosi sull’importante riduzione del disavanzo ereditato dagli esercizi di bilancio precedenti.

     

    In sintesi l’Amministrazione Comunale di Manerbio ha deciso di realizzare un bilancio che pur tenendo conto di tagli importanti da parte dello Stato di centinaia di migliaia di euro aumenta o mantiene i fondi destinati ai settori strategici: al di là di tutto Servizi Sociali, Scuola e Cultura rimangono i fronti su cui crediamo serva combattere per sostenere la crescita di Manerbio e dei suoi cittadini.