• Il Bilancio sociale della Biblioteca

    Nei giorni scorsi il Giornale di Brescia ha pubblicato un articolo su come nel 2014 il Sistema Bibliotecario Bassa Bresciana sia cresciuto. Non è sicuramente merito mio, ma è un risultato frutto della competenza e della passione della direttrice, Sara Tummolo, e dell’impegno profuso da ognuna delle 33 biblioteche che fanno parte del Sistema.

    E tra queste c’è Manerbio, che presenta un buon bilancio sociale (anche se con ancora qualche margine di miglioramento).

     

    Più soldi alla Biblioteca

    È un momento difficile per tutti i comuni. A Manerbio in particolare, dove si lavora per conciliare i continui tagli decisi con il piano di riequilibrio che ripianerà il disavanzo prodotto da chi ci ha preceduto. Nonostante questo e nonostante l’ottimo risultato di bilancio (Qui puoi leggere nel dettaglio come è andato il bilancio consuntivo 2014) siamo riusciti a destinare qualche risorse in più alla biblioteca. Rispetto allo scorso anno abbiamo investito in questo settore della Cultura 142.150 € contro i 129.791€ dello scorso anno. È ovviamente la spesa globale e che comprende tutte le voci relative al funzionamento della Biblioteca.

    Più libri in circolo

    Quest’anno sono state organizzate tante piccole attività. L’idea era quella di attirare le persone in biblioteca, offrire momenti di aggregazione e incentivare il prestito. Ci siamo riusciti: rispetto al 2013 i prestiti sono saliti del 14%. In totale lo scoro anno sono passati dalle mani dei bibliotecari a quelle degli utenti 15.370 libri. Una bella cifra che vorremmo far crescere di anno con anno.

     

    Maggiori vantaggi per i manerbiesi

    La Biblioteca genera un risparmio per i cittadini. A fronte dei 10€  pro-capite che spendiamo nella Biblioteca, attraverso il prestito dei libri, si genera un risparmio di 23€.  Questa cifra viene calcolata dividendo il  risparmio totale (cioè si moltiplica il numero di libri per il costo medio dei libri fornito dall’ISTAT) per il numero degli abitanti (e viceversa per calcolare il costo pro-capite).  C’è un vantaggio netto di 13€ a testa, che porta  la redditività dell’investimento al 212% (+5% rispetto al 23).

     

    Manerbio ha i numeri?

    La Biblioteca di Manerbio ha a disposizione  38.864 libri, apre in media 33 ore a settimana. Ci lavorano tre bibliotecari ed ha circa 2500 utenti attivi (in media chiedono in prestito 8 libri l’anno).  La biblioteca  nel suo complesso costa 142.150,69 € l’anno a fronte di un risparmio per i cittadini che nel 2014 è stato di 302.661,30€. Da poco è nata l’Associazione Amici della Biblioteca, guidata da Marica Fornari. Vogliamo che abbiano anche loro lo spazio, dentro la biblioteca, per promuovere attività e iniziative che le diano ancor più vita.

     

    Sono dati importanti, che ci fanno capire che stiamo andando nella giusta direzione. Ora lo stimolo è a migliorare sempre di più e lavorare perché utenti e prestiti aumentino, ogni anno di più. La Biblioteca sta passando dall’idea vecchia di depositi di libri a “piazza del sapere” dove saperi, conoscenze, competenze e amicizia si scambiano e fanno crescere persone, comunità e città. Noi siamo qui perché questa piazza sia il più grande e il più frequentata possibile.

Lascia un commento.