Uno dei problemi che crucciano maggiormente le Amministrazioni Comunali nell’erogazione dei Servizi Scolastici (mensa e trasporto) è la quota di insoluti che si verifica e che a volte rende non sostenibile il servizio.

Nel corso degli anni si è lavorato sul miglioramento delle procedure di fatturazioni, sul contenimento dei costi e sulle modalità di pagamento (con l’obbligo di pagamento RID).

Accanto alla maggior attenzione per la riscossione di quanto dovuto – nel rispetto dei cittadini che pagano con regolarità – si è mantenuta la possibilità di corridoi di aiuto particolari attivabili per i servizi sociali in caso di situazioni particolari e meritevoli di tutela.

L’effetto è stata una diminuzione di oltre il 50% degli insoluti sui servizi scolastici (solo sul settore mensa si parlava di oltre 4.000€, oggi si tratta su tutti i servizi scolastici di circa 2.000€)