• La 6° Sezione al Marzotto

    La sesta sezione di scuola d’infanzia è stata una richiesta ponderata a lungo. Serviva riflettere bene per capire se sarebbe stato necessario o meno usare questo strumento per rispondere ad un bisogno, cioè per dare un servizio a tanti bambini che ancora rimanevano fuori dall’offerta scolastica manerbiese non avendo raggiunto un posto sufficientemente alto in graduatoria per entrare nella statale, e spesso non avendo a disposizione le risorse economiche per pagare la retta della fondazione “G. Ferrari”.

    Dopo attente riflessioni, legate anche alla consistenza della lista di attesa, si è scelto di chiedere una sesta sezione di scuola d’infanzia statale, da sistemare nel plesso di via Verdi. Inizialmente la richiesta è stata rifiutata, ma l’insistenza che il Comune ha manifestato nei confronti dell’Ufficio Scolastico Provinciale ha permesso di sbloccare la situazione.

    Dal settembre 2014 al giugno 2017 la sezione è stata co-gestita. La mattina in carico all’Istituto Comprensivo, ed il pomeriggio invece sostenuto dal Comune di Manerbio, che ha impegnato oltre 16.000€ l’anno per questo progetto. A partire dal settembre 2017 la sezione funziona regolarmente come statale e a tempo pieno.

     

    Tale accordo – a prima vista anomalo – è del tutto uguale a quello che a partire da quell’anno è stato “imposto” ai Comuni per poter ottenere una nuova sezione. In questo caso le condizioni ottenute da Manerbio sono state anche più favorevoli di quelle che ha dovuto, invece, accettare Verolanuova. Per facilitare la transizione dal sistema precedente a quello attuale, per i primi anni l’insegnante è stata fornita dalla Fondazione “G. Ferrari” che ha così potuto riorganizzare il proprio personale ed evitare esuberi.

     

    La nuova sezione ha portato il Comprensivo di Manerbio a riorganizzare i propri spazi in via Verdi. Con la collaborazione del’associazione “Giardino delle Meraviglie” e l’impegno economico dell’Assessorato ai Lavori Pubblici, è stato possibile recuperare il piano superiore dell’asilo, prima chiuso, adibendolo a spazio per laboratori e attività didattiche.