• lettera, mensa, civismo

    Lettera aperta del Circolo PD di Manerbio

    Il circolo del Partito Democratico di Manerbio “L. Manfredini” ha assistito attonito allo spettacolo andato in scena sabato scorso, durante l’Assemblea Nazionale.

    Da anni militiamo con orgoglio in questa formazione politica. Ognuno di noi è arrivato da percorsi politici e personali diversi, che lo caratterizza e lo rendono unico. In questi anni abbiamo cercato di valorizzare le diversità, nel tentativo di costruire un mosaico in cui ognuno potesse trovare il proprio posto e dare una mano all’attività di elaborazione e di azione.

    Questo spirito ha portato negli ultimi anni ad una ripresa delle nostre attività, attraverso l’organizzazione di feste, volantinaggi e incontri. Abbiamo contribuito anche alla nascita e al sostegno del Patto Civico, un’esperienza amministrativa in cui crediamo e che ha riottenuto la fiducia per un secondo mandato le scorse elezioni del 10 giugno.

    Il nostro impegno non si è esaurito nella dimensione locale: abbiamo lavorato a pancia bassa per ogni elezione in cui il Partito Democratico è stato coinvolto: regionali, nazionali , referendum e primarie.

     

    Di fronte alla scelta assunta dall’Assemblea nazionale di temporeggiare ancora, forse fino a quando non si avrà la certezza di poter imbastire primarie con un vincitore già certo e predeterminato, ci sentiamo traditi. Abbiamo lavorato sul territorio con impegno, in maniera disinteressata e convinta di sostenere i valori cardine del Partito Democratico. Crediamo che il senso di questa esperienza politica, a vocazione maggioritaria e in cui la leadership sia contendibile, sia molto distante da ciò che si sta consumando ai “piani alti”, dal livello regionale in su.  Per questa ragione abbiamo deciso di non lasciare il partito né di lasciare che qualcuno possa snaturare ciò in cui noi abbiamo tenacemente creduto.

     

    Per questo motivo il Circolo PD “L. Manfredini” di Manerbio ha deciso di fare qualcosa. Di far sentire la propria voce e dire che le cose non possono continuare ad andare così. Siamo consapevoli che è la lotta di Davide contro Golia, ma crediamo così tanto nel PD e riteniamo che ci sia così bisogno di un’alternativa seria e credibile all’attuale proposta di governo, che vogliamo comunque esserci e non tacere.

    Per questo motivo la porta della sede di via Magenta 49 sarà aperta martedì 24 luglio dalle ore 20.30 Per confrontarci, discutere e capire come possiamo portare al meglio le nostre istanze ai livelli più alti.  Chiunque voglia esserci la porta è aperta.

     

    A nome del Direttivo PD

    Il Segretario

    Fabrizio Bosio

Lascia un commento.