• manerbio, cinema estate, cinema all'aperto, cinema estate manerbio, cinema all'aperto manerbio

    Arriva il Cinema all’Aperto!

    L’estate è la stagione del riposo, delle feste, delle vacanze. In queste settimane i paesi si spopolano, gli uffici si svuotano e un po’ alla volta ognuno si concede qualche giorno di meritato relax dopo anno di lavoro intenso. Non tutti però hanno la possibilità di allontanarsi da casa, sia per ragioni economiche che di impegni famigliari. Per questo motivo è fondamentale che un Comune provi a non “chiudere” le proprie attività culturali e continui ad offrire momenti di aggregazione ai propri cittadini.

    Per il sesto anno consecutivo, accanto ad altri capisaldi delle nostre estati (le ridotte chiusure della Biblioteca Civica, la rassegna Un piano in Casa e la Stagione delle Fiabe) e ai nuovi arrivi (come lo Yoga nel parco) L’Assessorato alla Cultura organizza un estate ricca di buon cinema. È un lavoro che prova ad andare in continuità con quanto fatto nei mesi scorsi dal Politeama – ad esempio con il ciclo Grande Arte e Cinema che qui trova una prosecuzione ideale con Van Gogh – e a non far mancare il pretesto per uscire di casa e incontrarsi, vivendo gli spazi aperti.

    Continua a leggere
  • Cosa si fa a Giugno?

    Dopo aver saltato per il poco tempo a disposizione l’edizione di maggio torno, con l’inizio di giugno, a pubblicare il programma del mese che ci aspetta.

    Continua a leggere
  • maggio dei libri, manerbio, maggio dei libri manerbio, libri manerbio, ic manerbio, iss pascal , pascal manerbio, biblioteca manerbio

    Il Maggio dei Libri 2019

    Anche quest’anno, come ormai da qualche tempo, Manerbio aderisce al Maggio dei Libri, un mese dedicato a far conoscere l’importanza dei libri e la bellezza della letteratura, capace di farci vivere 1000 altre vite, oltre la nostra. QUI, sul sito ufficiale, è spiegato in modo più completo. Questa è la prima edizione che affrontiamo in modo “pieno” fregiandoci del titolo di “Città che Legge”, ricevuto lo scorso anno dal Ministero dei Beni Culturali a coronamento dell’impegno di questi  5 anni a favore della lettura.

    Continua a leggere
  • Torna occhio alla rete

    Lo scorso anno abbiamo fondato a Manerbio la prima rete inter-istituzionale sul Cyberbullismo in Provincia di Brescia. La caratteristica principale di questo progetto era quello di far lavorare insieme per contrastare questo fenomeno tutte le istituzioni e le agenzie educative che si occupano di giovani a Manerbio e ad Offlaga.

    Da quella rete era scaturita l’idea di organizzare un ciclo di incontri, Occhio alla Rete (ne avevo parlato QUI) che snodandosi proprio tra questi due comuni ha coinvolto centinaia di genitori. Abbiamo incontrato la Polizia, il Procuratore del Tribunale dei Minorenni, psicologi e tecnici informatici per capire insieme il fenomeno e provare a dare alle famiglie gli strumenti per fronteggiarlo.

    Continua a leggere
  • Cosa si fa ad Aprile?

    Rispetto ai mesi di Marzo e di Febbraio, densi di attività, ed al Maggio dei libri che si profila all’orizzonte, Aprile è un mese abbastanza tranquillo. Ciò anche perché La presenza della Pasqua che, cadendo a ridosso del 25 Aprile, non lascia troppi spazi di agio.

    Continua a leggere
  • Cosa si fa a marzo?

    Come ogni mese, con il primo giorno di marzo, arriva la piccola rassegna su cosa ci attende per i prossimi 30 giorni. Anche questa volta le iniziative culturali non mancano e l’Assessorato propone tante occasioni ai cittadini – manerbiesi e non – per uscire e costruire insieme legami di Comunità.

    Oggi alle 18.30 il Palazzo Comunale verrà spento, aderendo a M’Illumino di Meno. Anche quest’anno la Giunta ha approvato l’adesione a questa iniziativa iniziata ormai cinque anni fa da Nerina Carlotti, allora Assessore all’Ecologia.  Dopo lo spegnimento della facciata comunale – diventata una tradizione consolidata – i cittadini che vorranno potranno proseguire la serata con una cena al lume di candela in un locale manerbiese (QUI l’elenco dei ristoratori che hanno aderito).

    Continua a leggere
  • pasta in bianco manerbio, fabrizio bosio, giornale di brescia manerbio

    Il nuovo centro cottura

    Da qualche tempo avevamo in mente l’idea di un nuovo centro cottura. Era una proposta figlia di una riflessione sulla inadeguatezza dell’attuale cucina, che si trova presso le scuole elementari. Lo spazio è un po’ poco, e i macchinari sono in buona parte ormai giunti al limite. In più la consegna delle materie prime e la partenza dei pasti (per le altre scuole e per gli anziani) fa muovere nel cortile della scuola diversi mezzi, rendendo meno “sereno” l’ambiente in cui i giovani studenti giocano.

    Continua a leggere
  • No slot, Manerbio, GAP, Fabrizio Bosio

    Contro il gioco d’azzardo

    Ieri il Sindaco ha firmato l’ordinanza che da attuazione al regolamento contro il gioco d’azzardo patologico. Dopo un lungo e travagliato percorso eravamo arrivati da approvarlo nel marzo dello scorso anno, a poche settimane dalla fine del nostro primo mandato amministrativo. Ne avevo parlato in QUI, in questo post.

    Perché combattere il Gioco d’Azzardo a Manerbio?

    Continua a leggere
  • Cosa si fa a Febbraio?

    Per il terzo mese consecutivo pubblico il calendario che riepiloga le attività del mese di febbraio. La versione cartacea, sempre curata dalla consigliera comunale Annamaria Bissolotti, è stata distribuita di recente.  Come anche per gennaio questo post è in continuo aggiornamento: man mano si aggiungeranno attività verranno segnalate, così da integrare quanto contenuto nel manifesto e superare il limite del cartaceo. La locandina infatti “fotografa” la situazione a fine gennaio ed inevitabilmente non può poi tener conto di attività ancora in fase di organizzazione.

    Continua a leggere
  • Cristina Battagliola, IC Manerbio, Manerbio

    Ricordando Cristina

    Qualche settimana fa è stato pubblicato un articolo che parla di Cristina Battagliola. I nostri bibliotecari dalla dirigente scolastica che ha lavorato più a lungo con lei: Luciana Ferraboschi, hanno scritto il testo di partenza, che è anche la base anche di questo post.

    La scomparsa della prof.ssa Battagliola ha obbligato tutti a provare a tenere assieme due cose: la tristezza dell’assenza con l’invito che rivolgeva a tutti: “don’t worry, be happy!“. L’obiettivo di tutti, da chi l’ha avuta come collega a chi come me ha potuto lavorare poco con lei, era chiaro. Tutti volevano conservarne il ricordo, nessuno voleva che si trasformasse in una commemorazione retorica. E’ da questo intento che è nata la rassegna:Crescere ancora lettori, pensare biblioteche”.

    Continua a leggere