di cui una copia è conservata presso la sezione ANPI “G. Bassani”.

Cittadini,

Vi porgo il mio saluto a nome del CNL di Manerbio, di cui dal giorno 18 Aprile 1945 ho ufficialmente il Comando Militare per consenso di tutti i Patrioti.

Cessata la guerriglia, avviato l’ordine per il ritorno della vita normale, il mio compito di Patriota è finito. La mia carica non ha mai avuto facoltà politiche e ho sempre anteposto l’interesse dell’Italia a questioni partito.

Da oggi mi tengo a disposizione del Comitato Centrale di Liberazione di Brescia, a cui farò completa relazione di quanto è stato fatto.

Il nuovo Comandante Militare ALFIERO FELIZZARI, da me conosciuto ancora prima che incominciasse la nostra insurrezione, è persona degna di tutta la Vostra stima e con cui potete fiduciosamente collaborare.

Voglio innanzitutto ringraziare di cuore i Patrioti di vecchia e nuova data che, con le armi in pugno, nel modo migliore collaborarono ad espellere i nazi fascisti dal nostro territorio.

I moti Partigiani prepararono agli Alleati una quieta e celere occupazione, facilitarono quindi l’avvento dell’ordine, della libertà e della pace che ogni Italiano desidera, per qualsivoglia colore politico abbia votato. I miei Patrioti hanno combattuto con entusiasmo, generosi nel sacrificio, perché sicuri di servire la giusta Causa, la Causa di tutta la Nazione.

Abbiano Essi il plauso e la riconoscenza di tutti i Cittadini.

Voglio inoltre informare il Popolo, se pure brevemente, della situazione attuale.

Ottenuta la resa delle forze nemiche il CNL ha il compito di provvedere nel massimo accordo con il Governo Alleato alla ricostruzione, al mantenimento della legge, al soccorso di tutti i bisogni che ci gravano, le sue forze armate passano necessariamente agli ordini del Generale ALEXANDER, Comandante in Capo delle Armate Alleate in Italia.

Non è tempo per i militari di discussione politica o di arbitrarietà, non è tempo di impazienze pericolose, di leggere dimostrazioni, o di velate ambiguità politiche, in cui, del resto, io non voglio intromettermi. Ogni azione è guardata e giudicata. Se ne dovrà rendere conto. Abbiamo la possibilità di controllare questo difficile momento di transizione verso la costituzione del nuovo Stato Italiano, ed è dovere il farlo.

Cittadini, in questi giorni le forze migliori della Nazione lavorano per mostrarsi degne della libertà che abbiamo raggiunto; la nostra storia, la nostra civiltà, le nostre giuste aspirazioni. I nostri interessi possono nuovamente essere discussi con tutto il mondo.

L’impossibile isolazionismo nazi-fascista ha avuto termine, sono mancate le rovinose decisioni di pochi contro il parere popolare.

Svegli il nostro cuore e la nostra intelligenza, pronta e giusta la vostra azione, partecipate a ricostruire in lealtà di propositi.

I tedeschi che con incosciente tracotanza presidiavano le nostre città per una inutile e criminale resistenza, sono stati inviati prigionieri ai campi di concentramento. I loro collaboratori fascisti sono incarcerati in attesa del verdetto popolare. Chiunque di voi ha patito danno o umiliazioni deve sporgere denuncia firmata a loro carico e sarà fatta giustizia fino a Vostra completa soddisfazione.

Grido davanti a tutte le case del nostro paese il nome dei nostri Patrioti caduti in combattimento contro gli oppressori.

  • LEONCINI PIETRO
  • MORANDI PALAMEDE
  • TEDOLDI ENRICO

Onoro la memoria delle vittime innocenti del terrorismo fascista

  •                                                RUGGERI GIOVANNI
  •                                                SALDI LIBERO

VIVA L’ITALIA!

IL COMANDANTE MILITARE

Rag. PANSERA ANGELO

Lascia un commento