• Il Sistema Bibliotecario della Bassa cresce

    Una settimana fa ho avuto la fortuna di inaugurare la 34° biblioteca del Sistema Bibliotecario Bassa Bresciana Centrale. Già questo, in un momento di sfiducia e crisi come quello che viviamo, è un fatto straordinario. La cosa ancora più bella è che questa biblioteca è dentro ad una scuola. Grazie alla determinazione del preside, del Comune di Orzinuovi e di alcuni benefattori, l’IIS “G. Cossali” inserisce la sua biblioteca nel sistema cominciando a beneficiare dei servizi. Cosa vuol dire?

    In primis che a scuola sarà in servizio a tutti gli effetti un bibliotecario, Matteo in questo caso, a disposizione degli studenti. Lui dovrà gestire alcune delle funzionalità del sistema ed essere il motore delle iniziative che si terranno in quello spazio.

    In secondo luogo la Biblioteca diventerà un vero e proprio punto di prestito. Qui gli studenti potranno chiedere libri provenienti da ogni parte della rete (che coinvolge oltre 200 comuni e conta circa 4 milioni di libri) e restituire quelli che hanno finito di leggere. Potranno farsi abilitare per usare i servizi dell’ opac (il catalogo online, in sintesi) e di Medialibrary OnLine (un portale di offerte legate a ebook, musica, film e giornali). Se non conosci questi servizi puoi cliccarci sopra per arrivare alle loro homepage e conoscerli meglio, scoprendo potenzialità che non immaginavi del nostro sistema.

     

    La biblioteca dell’istituto è intitolata a Enzia Signorelli, donna che è stata un pilastro della scuola e ha lasciato un segno nei colleghi, nei suoi allievi, nella città. A Matteo, agli insegnanti e agli studenti starà darle gambe per camminare, energia per essere il cuore pulsante della scuola. Non basta una biblioteca per ricordare con affetto una grande insegnante: serve una Biblioteca Viva!

     

    Il nostro lavoro – come Sistema Bibliotecario – sarà di continuare ad avere l’attenzione avuta nei confronti di questa neonata biblioteca nelle scorse settimane. Il lavoro preciso e puntuale di Sara Tummolo, direttrice del Sistema, permetterà alla scuola di beneficiare dei tanti servizi, frutto della scelta lungimirante degli amministratori che mi hanno preceduto. È l’espressione di uno spirito di solidarietà che va oltre i campanili e le appartenenze politiche. Oggi come allora crediamo – TUTTI – che la Cultura sia un bene prezioso non solo da conservare, ma da coltivare. Il Cossali entra oggi in questa comunità che speriamo possa presto abbracciare anche le altre scuole superiori del nostro territorio.

Lascia un commento.