Sussidiarietà
  • Home
  • Sussidiarietà

LA SUSSIDIARIETA' COME VALORE

 

La nostra Costituzione descrive un paese ideale che è ancora ben lontano dall’essere reale. Valori e obiettivi ambiziosi che dovrebbero guidarci nel nostro agire per realizzare una società più giusta e inclusiva. Questi risultati però non possono essere demandati solo alle istituzioni, da quelle locali a quelle nazionali. Serve il concorso di tutti.

 

Questo metodo può essere realizzato soltanto facendosi promotori del principio di sussidiarietà, articolato in due diverse idee:

  1. Sussidiarietà verticale, cioè avvicinare il centro delle decisioni il più possibile ai cittadini, perché i decisori conoscano profondamente la realtà su cui quelle decisioni hanno conseguenze e rispondano direttamente delle proprie scelte;
  2. Sussidiarietà orizzontale, cioè limitare il potere pubblico. Non tutte le decisioni devono essere prese in solitudine dalle amministrazioni (locali, provinciali, regionali e oltre) e coinvolgere nella realizzazione di progetti, attività e servizi il tessuto sociale.

 

Le Amministrazioni devono capire quali servizi e attività possono gestire in modo efficace ed efficiente da sole, quali servizi possano essere svolti meglio da associazioni, enti religiosi o privati e quali ancora richiedano un’azione combinata frutto di una collaborazione.

 

Cosa penso si debba fare?

  • Favorire la nascita di associazioni tra i cittadini per coltivare interessi, passioni e talenti da mettere al servizio della comunità;
  • Individuare i servizi da svolgere esclusivamente dalle pubbliche autorità e quali da realizzare in forma mista;
  • Pensare a modelli innovativi in cui la responsabilità sia condivisa tra i nodi del tessuto sociale.

Attenzione: Le opinioni che esprimo in questa pagina e in ogni altra parte del blog rappresentano ESCLUSIVAMENTE le mie opinioni personali. Non impegnano l'Amministrazione, il partito o le associazioni di cui faccio parte.
Vai alla barra degli strumenti