• Torna la Settimana della Poesia

    Per il secondo anno consecutivo il Comune di Manerbio propone 7 Giorni di Poesia (QUI quanto fatto/detto lo scorso anno). Una piccola rassegna che ha solo una pretesa: invadere la città di poesie e aiutarci a ricordare quanto possano migliorare la nostra vita, abbellendola.

    Questo progetto, che nasce da un’idea del bibliotecario Giambattista, dovrebbe riuscire a penetrare più dello scorso anno grazie a tante persone che ci credono e stanno collaborando. Come di tante altre iniziative di cui ho parlato il valore aggiunto di questo evento non sta nella promozione della Poesia e della lettura in sé e di per sé. Certo, è importante e credo anche qualificante rispetto a quelle che sono le tematiche di cui un’Amministrazione – nel fare Cultura – decide di occuparsi.

    La vera ricchezza di questo progetto sta in gruppi organizzati o singoli cittadini che si mettono in gioco. Lo fanno diventando parte di un mosaico (anzi, di un patchwork!) che restituisce l’idea di una comunità di lettori che vuole trasmettere al prossimo la propria passione.

     

    Nelle scorse settimane sono state infatti distribuite circa 5000 cartoline. Studenti, utenti della biblioteca, membri di associazioni o semplici cittadini. Ad ognuno è stato chiesto di compiere un gesto semplice: scrivere sul retro di questa cartolina, che ritrae un’opera dell’illustratore Sanna, una poesia e riconsegnarla alla Biblioteca.

    Dal 16 al 23 aprile tutte queste poesie saranno rimesse in circolazione grazie alla collaborazione preziosa di tanti commercianti. I cittadini che si rivolgeranno a queste attività per i loro acquisti riceveranno una cartolina in omaggio, per farsi contagiare e contaminare dai versi scelti da un altro proprio concittadino.

    Negli stessi giorni tutti sono invitati a condividere una poesia che li ha colpiti, nel modo che ritengono migliore: scrivendola con il gesso sul marciapiede, su una vetrina, inviando un audio con whatsapp.

    Per tutta Manerbio saranno collocati dei manifesti con alcune poesie che sono state scelte e scritte appositamente per l’occasione.

    Vorremmo che queste piccole azioni collettive un tessuto di relazioni.

    Ci sono poi alcuni appuntamenti importanti:

     

    Venerdì 20 aprile sarà a Manerbio il Rimattore! Molti lo hanno conosciuto ed apprezzato durante il Carnevale alla Corte dei Luzzago, quando nelle vesti di un frate ha fatto divertire tutti, strappando molti sorrisi, con le rime pungenti che improvvisava su due piedi. Stavolta terrà per Manerbio un vero e proprio spettacolo a cui è impossibile non partecipare. QUI  l’evento.

     

    Dal 21 al 23 aprile ci sarà una mostra di Patchwork (sì, l’ho già citato. Se non sai di cosa si tratta puoi dare un’occhiata QUI). L’inaugurazione sarà sabato 21 aprile alle 10.30.

     

    Il secondo appuntamento è il 22 aprile, a ridosso della fine di questa settimana di poesia. Domenica inaugureremo la mostra di Alessandro Sanna (QUI trovi il suo sito). Alessandro è un bravissimo illustratore, ed abbiamo scelto un suo lavoro da rappresentare sulle 5000 cartoline che circoleranno a Manerbio. La mostra riprodurrà 20 tavole, copia a stampa, delle immagini realizzate per il libro “fiume lento”. Al termine della mostra sarà possibile per chi fosse interessato acquistare le tavole, sia in blocco che singolarmente.

    Proprio il 22 aprile concluderemo alla grande questa settimana con una festa in via Insurrezione Nazionale (QUI la locandina). Sarà possibile acquistare fiori o libri, per scambiarseli, secondo una radicata tradizione spagnola che ci piace molto e che vorremmo importare. L’invito a tutti è di vestirsi anni ’60 per recuperare lo spirito dei Figli dei Fiori. Ci saranno poesie, musica e soprattutto uno spiedo – preparato dagli Alpini – per condividere tutti assieme un momento di comunità!

Lascia un commento.